TERAPIA FISICA STRUMENTALE



http://www.albamedica.it/wp-content/uploads/2017/08/terapia-fisica-strumentale.jpg

Le ricerche di bioingegneria medica ogni anno portano alla luce nuove strumentazioni in grado di agire con efficacia ed efficienza nelle patologie dell’apparato locomotore; ad Albamedica abbiamo a disposizioni le migliori di queste tecnologie e ogni anno siamo attenti alle novità per cercare di dare sempre il meglio ai nostri pazienti:

TECAR TERAPIA

La Tecar, nota anche come terapia del calore endogeno e’ il macchinario di terapia fisica strumentale che più ha rivoluzionato il lavoro nei centri di fisioterapia negli ultimi 10/15 anni.

Ideata in Spagna con lo scopo di agire in campo estetico per migliorare il microcircolo del sottocute e quindi diminuire l’effetto sgradevole della cellulite, ben presto si sono evidenziati altresì importanti effetti nell’ambito della cura delle patologie dell’apparato locomotore.

La Tecarterapia emette onde radio a bassa frequenza e agendo secondo il principio del condensatore va ad avere una tripla azione bio stimolante sui tessuti che vengono trattati:

  1. Incremento del microcircolo.
  2. Vasodilatatoria
  3. Aumento della temperatura interna.

Queste EFFETTI si producono in base alla scelta terapeutica del fisioterapista, infatti:

La Tecar può essere usata in modalità CAPACITIVA sui tessuti con una maggiore quantità di liquidi nel loro interno, come i muscoli. Può essere usata in modalità RESISTIVA con la quale i tessuti maggiormente interessati sono i tendini, i legamenti e le ossa.

Il fisioterapista oltre alla modalità durante in trattamento deve gestire anche l’INTENSITA’, infatti aumentando o diminuendo la potenza di erogazione si va a dosare l’effetto di vasodilatazione, incremento della temperatura endogena e azione sul microcircolo.

La Tecar e’ ottima per gestire molti problemi di dolore, gonfiore ed infiammazione dell’apparato locomotore:

  • Dolori alla colonna vertebrale.
  • Sciatalgia
  • Epicondilite
  • Artrosi anca e ginocchio.
  • Traumi distorsivi ginocchio e caviglia.
  • Colpi di frusta.
  • Dolori e versamenti postchirurgici.

La seduta di TECARTERAPIA e’ assolutamente indolore, al contrario il lieve tepore o il calore che si avvertono durante il trattamento e il concomitante lavoro manuale del fisioterapista la rendono molto piacevole per tutti i pazienti che ne hanno bisogno.

È controindicata alle donne in gravidanza, agli epilettici, portatori di pacemaker e in caso di neoplasia in atto.

La Tecar e’ una strumentazione di terapia fisica OPERATORE DIPENDENTE. Il fisioterapista giorno dopo giorno decide le posizioni del manipolo e la piastra, stabilisce le modalità e imposta la potenza di erogazione, quindi è fondamentale che l’operatore abbia fatto un corso di specializzazione per l’utilizzo di questa strumentazione.

Tutto questo avviene regolarmente con i nostri professionisti e tutto questo permette ai nostri pazienti di ottenere i migliori risultati nel minor tempo possibile.

NOVITÀ 2017/2018: MOLTO SPESSO POSIZIONARE LA PIASTRA DI CONDUZIONE DELLA TECAR IN ALCUNE PARTI DEL CORPO O IN PAZIENTI ANZIANI POTEVA RISULTARE SCOMODO E DIFFICOLTOSO. PER QUESTO MOTIVO ABBIAMO ACQUISTATO, E FORSE SIAMO GLI UNICI AD AVERLA IN ZONA,  LA PRIMA TECAR CHE UTILIZZA UN MANIPOLO BIPOLARE CON IL QUALE SI RIESCONO A TRATTARE TUTTI I DISTRETTI CORPOREI ANCHE I PIÙ SCOMODI E CON I PAZIENTI ANZIANI CHE HANNO DIFFICOLTÀ NEL MUOVERSI.

CON OTTIMI RISULTATI SENZA L’UTILIZZO DELLA PIASTRA.

 

LASER TERAPIA

La terapia laser e’ l’antinfiammatorio per eccellenza. La parola e’ un acronimo e significa LIGHT AMPLIFICATION by STIMULATED EMISSION OF RADIATION.

Il raggio laser penetra all’interno del tessuto da trattare e produce delle reazioni nei mitocondri cellulari e sulla stessa membrana. Le reazioni sono:

  • VASODILATAZIONE.
  • MIGLIORA IL DRENAGGIO DEL SISTEMA LINFATICO.

Queste due azioni, con poche applicazioni consentono una riduzione dello stato infiammatorio e di conseguenza del dolore della struttura interessata.

La laser terapia da ottimi risultati in tutte le problematiche articolari sia di natura degenerativa (artrosi) che reumatica. Allo stesso tempo migliora i processi di recupero delle articolazioni che hanno subito un trauma (distorsione di caviglia, trauma al ginocchio, colpo della strega). In ultima analisi può essere un ottimo strumento di terapia fisica da inserire in un percorso di riabilitazione post chirurgica per migliorare i tempi di recupero dell’arto operato.

La laser terapia e’ indolore, non ha nessun rischio la sua applicazione, ma è controindicata in caso di gravidanza, neoplasie ed epilessia.

INTER X

È un elettromedicale che eroga micro correnti e che negli ultimi anni harivoluzionato l’utilizzo delle corrente con l’obiettivo di diminuire il dolore nel paziente.

La  cute e i tessuti sottostanti hanno delle peculiarità  e delle proprietà che nel momento in cui c’è uno stato di infiammazione sono alterate;

l’ INTER X è sensibile a questi cambiamenti e modifica in tempo reale l’emissione dei sui micro impulsi.  l’apparecchio viene fatto scorrere sui tessuti infiammati e l’organismo reagisce alla stimolazione. costantemente c’è da parte dell’INTER X un cambiamento di frequenze e questa cosa fa sì che, a differenza di altri impulsi elettrici, non ci sia mai un adattamento o assuefazione agli stimoli.

L’INTER X è fondamentale  per scansionare il corpo ed individuare con precisione la zona coinvolta nell’infiammazione, infatti il macchinario percepisce proprio delle resistenze diverse, segnale che in quel punto c’è qualcosa che non va. Nel momento in cui si opera su quella zona  il dialogo continuo tra macchina e organismo produce dei cambiamenti importanti sul tessuto trattato con il risultato finale di una notevole riduzione del dolore.

Le terapie strumentali suddette sono quanto di più moderno ed efficace c’è in fisioterapia nell’ambito della terapia strumentale, basti pensare che sono in dotazione delle migliori strutture riabilitative d’Italia e in tutte le squadre di calcio di “serie A” per il recupero dei loro atleti infortunati.

SCRAMBLER THERAPY

La Scrambler Therapy, è una terapia che si effettua con un dispositivo chiamato Calmare MC5A, un’apparecchiatura ideata e sviluppata in Italia.

Il macchinario produce stimolazioni elettriche a bassa intensità, con forme d’onda e modulazioni specifiche, dirette proprio ai nervi che conducono il dolore, con l’obiettivo di annullarlo rapidamente. To scramble significa infatti “disturbare”, “ingannare” “mescolare”: il segnale di dolore viene infatti intercettato, reso indecifrabile e neutralizzato, dal segnale artificiale generato dal dispositivo medico.

L’analgesia prodotta è molto rapida: già dopo pochi secondi dall’inizio della stimolazione è possibile verificarne l’effetto sul dolore che viene immediatamente abolito o fortemente ridotto. Ripetendo quotidianamente la stimolazione, si cerca di riportare il sistema nocicettivo ad un nuovo equilibrio. In pratica le soglie del dolore che si erano patologicamente abbassate, possono normalizzarsi e l’effetto tende a permanere per un tempo sempre maggiore ad ogni trattamento.

La stimolazione avviene attraverso la semplice applicazione di elettrodi adesivi sulla pelle, simili a quelli utilizzati per un semplice elettrocardiogramma, è quindi totalmente non invasiva.

La terapia non provoca assolutamente dolore ed anzi viene spesso definita piacevole.

In anni di utilizzo non sono mai stati descritti casi di effetti indesiderati: si tratta di una tecnica estremamente sicura. Un ciclo completo prevede normalmente dieci sedute di circa 45 minuti, di solito si effettua una seduta al giorno dal lunedì al venerdì, per due settimane.

Su che tipo di dolore può essere impiegata la Scrambler Therapy?

Obiettivo principale della Scrambler Therapy è il dolore cronico: il dolore che persiste, malgrado sia guarita la malattia o la lesione che lo ha causato. Quando il dolore cronicizza il nostro “sistema di allarme”, cioè il sistema nocicettivo, entra in uno stato di ipersensibilità, si instaurano a livello centrale dei perversi circoli viziosi e sentiamo sempre più dolore. Si arriva al punto che semplici stimoli tattili o un lievissimo calore possono diventare assolutamente insopportabili, oppure che lievi stimoli dolorosi causano dolori lancinanti.

Ogni dolore cronico può essere trattato con la Scrambler Therapy, in particolare il dolore neuropatico, anche se resistente a farmaci potenti come gli oppiacei o gli anticonvulsivanti. Ci sono esperienze ad esempio su nevralgie trigeminali, lombosciatalgie, cervicalgie e brachialgie, nevralgie post herpetiche, neuropatie diabetiche o da chemioterapici, nevralgie post traumatiche e post chirurgiche, dolore artrosico cronico ecc. Anche il dolore oncologico può essere trattato con la Scrambler Therapy.

I risultati del nostro centro sono stati presentati a diversi congressi: in una scala che va da 0 a 10, l’intesità media del dolore neuropatico viene ridotta da 7,8 a 1,7 ed il 95% dei pazienti che concludono il ciclo ottengono almeno il dimezzamento del dolore iniziale.

All’interno dell’Albamedica abbiamo a disposizione dei nostri pazienti anche le classiche strumentazioni che in molti casi, a seconda della patologia e della persona possono essere altrettanto utili ed efficaci:

-ultrasuono terapia

-tens

-ionoforesi

-elettrostimolazione

-magnetoterapia

-infrarossi


FRANCESCO CIALLELLA
OSTEOPATA
GIULIA MONTAGNER
FISIOTERAPISTA

LUCA DAMIANI
FISIOTERAPISTA
MASSIMILIANO MAGNI
FISIOTERAPISTA

MINA SILIBERTO
FISIOTERAPISTA
GIUSEPPE MEDORO
FISIOTERAPISTA

SALVATORE DE FUSCO
FISIOTERAPISTA
SIMONE NANNI
FISIOTERAPISTA

STEFANO BADIALI
FISIOTERAPISTA
LUCA CONCIATORI
FISIOTERAPISTA

MARIA BENEDETTA ROMEO
FISIOTERAPISTA
DAVIDE BECCHIO
FISIOTERAPISTA

TANIA MARCANTONI
FISIOTERAPISTA

PER RICHIEDERE MAGGIORI INFORMAZIONI


Nome e Cognome (Richiesto)

Email (Richiesto)

Oggetto

Messaggio


footer

Info

INDIRIZZO Via G. Verdi 10/12 Albano Laziale RM
EMAIL info@albamedica.it
TELEFONO/FAX 06 9369074
Partita Iva:07860931000
Privacy Policy Cookie Policy

Ultime News

© 2017 Albamedica. All rights reserved.